" La cravate c'est l'homme " - L'origine della Cravatta

 

Premessa

" LA CRAVATE C'EST L'HOMME " è il titolo che ho voluto dare all'articolo di apertura, una frase che si legge nel Corriere delle Dame risalente al 30 maggio del 1835, e nonostante le continue evoluzioni estetiche nel corso degli anni rimane simbolo e accessorio essenziale nell’abbigliamento maschile e sinonimo di eleganza, una giusta base per una Gentleman's Guide.
 
- Ivan Toropey
 

La cravatta, simbolo del mondo degli affari porta le origini risalenti alla Guerra dei Trent'anni, con i mercenari croati al servizio del Re di Francia Luigi XIV il quale li assoldò per combattere al suo servizio durante la Guerra. 

La loro divisa prevedeva un girocollo di mussolina, di seta o cotone, secondo i gradi. Considerati come la più bella armata del periodo, i Croati affascinarono prima l’Europa, poi il mondo. 

Amata in primis dai parigini, la cravatta avvolse il collo del re Luigi XIV già all'età di sette anni, intorno al 1646, improntandola poi come accessorio di moda per la nobiltà francese, e poi della sua corte.

 

In Inghilterra, alla fine del XIX secolo all'Exeter College di Oxford entrò in uso la prima cravatta da club, figlia del gesto di ribellione di alcuni studenti che si legarono al collo i nastri dei loro cappelli di paglia.

Ma dopo tutte le evoluzioni e i cambiamenti di questo foulard, negli anni 20 il newyorkese Jesse Langsdorf ebbe l’idea di confezionarla in modo necessario per far sì che una volta slacciata, tornasse alla sua forma iniziale, 

un metodo che ancora oggi caratterizza l’estremità della maggior parte delle cravatte. Non solo un vezzo estetico ma un vero stratagemma per rendere la cravatta molto più resistente.

Indossata dai ricchi e dai dandy, la cravatta è stata lo specchio del suo tempo, delle mode che si sono succedute.

 Nonostante la giusta realizzazione, saper scegliere la giusta cravatta, in fantasia, regimental, in tinta unita, decreta il successo di una mise,

il nodo è sicuramente il punto focale di questo accessorio e ne interpreta lo stile.. ma è un argomento che merita di essere trattato insieme a voi in un articolo dedicato, e che prossimamente vi proporrò.

 

- Ivan Toropey